CALL FOR ARTIST
Scadenza 28 febbraio 2015

Linea di Confine
per la Fotografia Contemporanea

IL DESERTO ROSSO

Incontri su Michelangelo Antonioni e la fotografia contemporanea, presentazione di opere
dalla collezioni di Linea di Confine, scambi culturali e mostre in Italia e Germania.

In collaborazione con
Die Photographische Sammlung / SK Stiftung Kultur, Colonia (D)
Hochschule für Grafik und Buchkunst, Lipsia (D)
Osservatorio Fotografico di Ravenna
Comune di Rubiera (RE)

Il regista Michelangelo Antonioni è certamente uno degli autori che ha più interessato il lavoro dei fotografi,  soprattutto americani ed europei, a partire dai suoi primi capolavori come “Il grido” e “L’avventura”. Con “Il deserto rosso” del 1964,  il suo primo film a colori, ambientato nell’area
industriale di Ravenna, sono affrontate tematiche che saranno centrali per la  fotografia nei decenni a seguire.
La figura di Michelangelo Antonioni,  il suo interesse per la fotografia e l’influenza che ha avuto sulla cultura dell’immagine,  è stato oggetto di numerose iniziative, fra le quali la recente mostra dedicata a “Blow-Up” in tour per l’Europa. Un’ampia riflessione fra la fotografia americana della prima metà degli anni Settanta e il cinema di Antonioni, così come quello di J.L.Godard, è stata prodotta in occasione della riedizione e del tour della celebre mostra “New Topographics” fra il 2010 e il 2013.
In occasione del 50° della realizzazione di “Il deserto rosso”, Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea, Rubiera (RE), in collaborazione con Il Die Photographische Sammlung / SK Stiftung Kultur di Colonia (D), la Hochschule für Grafik und Buchkunst di Lipsia (D) e  l’Osservatorio Fotografico di Ravenna, indice un Call for Artists aperto a tutti i fotografi “mid-career” per la realizzazione e la produzione di 12-14 progetti a carattere visuale.
Contestualmente a tale progetto gli studenti della Hochschule für Grafik und Buchkunst di Lipsia accompagnati dal fotografo Joachim Brohm, realizzeranno una ricerca sul film “Il deserto rosso” con uno stage residenziale nella città di Ravenna in collaborazione con l’Accademia di Belle arti di Ravenna.  I lavori prodotti in occasione dei progetti di ricerca, saranno presentati al pubblico con una serie di esposizioni a partire dal 2016 nel contesto dello scambio culturale con i soggetti partecipanti al progetto.
A seguito dell’apertura del Call for Artists, Linea di Confine realizzerà presso la propria sede un programma pubblico di incontri,  approfondimenti del lavoro di fotografi, registi e artisti la cui opera testimonia l’influenza che Michelangelo Antonioni ha avuto sulla cultura visiva
contemporanea.